Domenica 04 Dicembre 2016 | 11:13

INCIDENTI: UNA MORTE SULLA STRADA OGNI 9 GIORNI A MODENA

Nel nostro territorio da ottobre a oggi è cresciuto vertiginosamente il numero delle vittime sulla strada.


Da ottobre a dicembre: tre mesi nerissimi sul tema degli incidenti stradali a Modena. Solo in queste ultime feste sono state due, una a San Cesario sulla via Emilia e l’altra a Carpi, le vite spezzate sulla strada. Mancano solo 4 giorni  alla fine dell'anno e il bilancio delle vittime è ancora una volta preoccupante: sono ben 38 i morti nel 2015 nel nostro territorio. Sull’allarmante tema Franco Piacentini, il referente modenese dell'Associazione Familiari delle Vittime della Strada, dopo aver scritto anche una lettera al Prefetto di Modena Michele di Bari segnalando la gravità dei dati, ha sottolineato l’aumento nell’autunno 2015 degli incidenti stradali mortali. Se avevamo la media di un decesso circa ogni 11 giorni fino ai primi di ottobre nell’ultimo trimestre la media è balzata ad uno ogni 6 giorni. Per ora, sperando non sia ritoccato, nel 2015 il dato medio indica un decesso a Modena e provincia circa ogni 9 giorni. Guardando i numeri degli anni scorsi è vero, c’è un calo, ma il dato è ancora davvero troppo alto. Nel 2014 i morti su strade e autostrade sono stati 43, mentre nel 2013 erano addirittura 59. La risposta del Prefetto di aver interessato del tema gli organi competenti, non ha convinto Piacentini che chiede invece azioni ben precise alle istituzioni da mettere immediatamente in campo, come maggiori controlli e più tecnologia, per sconfiggere, o almeno diminuire drasticamente, il triste fenomeno. L’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada è da anni impegnata nel chiedere anche interventi immediati per la messa in sicurezza di diversi i punti critici, presenti anche nel modenese, che mettono a rischio la sicurezza degli utenti. Guardando le cause di morte sulle strade, l’eccesso di velocità si conferma al primo posto, mentre le cose cambiano prendendo in esame i pedoni. Le persone muoiono investite, soprattutto a causa della mancata precedenza sulle strisce pedonali del conducente dell’auto.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche