Sabato 10 Dicembre 2016 | 04:01

FIUMALBO TORNA INDIETRO NEL TEMPO CON IL PRESEPE VIVENTE

Natale particolarmente suggestivo a Fiumalbo, dove è andata in scena la grande rappresentazione del presepe vivente per le vie del paese


Ha dato vita a uno spettacolo eccezionale la notte della Vigilia il grande presepe vivente di Fiumalbo, che ha festeggiato la sua ventesima edizione con una mobilitazione collettiva di oltre 200 persone che hanno creato una quarantina di quadri con rievocazioni storiche e mestieri di una volta. In scena dal liutaio ai lattonieri impegnati nella costruzione di un tetto, i vasai, il falegname, il carraio, il fabbro, i battitori, le sarte, i calzolai, i pastori, i contadini e ovviamente i romani e i Re Magi venuti a portare i loro doni. La notte mite e di luna piena ha creato le condizioni ideali per questo grande viaggio nel passato che è l'orgoglio del paese.

Per la prima volta la capanna della Natività non è stata allestita sotto il grande abete di piazza Iolanda ma all'ombra della rocca millenaria vicino al fiume, dove verso le 22.30 sono confluiti tutti i partecipanti nel grande corteo finale per portare gli omaggi al Bambin Gesù tra le ali di folla. La prima rappresentazione del presepe vivente a Fiumalbo risale al 1958, ma fu solo nel 1984, su idea dello storico fotografo locale Mario “Becca” Serafini, che l'appuntamento venne istituzionalizzato, prima con edizioni annuali fino al 1989, e poi a cadenza biennale.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche