Sabato 03 Dicembre 2016 | 16:41

IN PIANURA TIRA UNA BRUTTA ARIA

A Sassuolo diversi sforamenti dei limiti per le polveri sottili registrati dalle centraline


La Pianura Padana continua a soffrire. Dopo gli incontri sul clima di Parigi è emerso che la zona è la più inquinata d’Europa, creando preoccupazione anche nel nostro territorio. Negli ultimi giorni, in mancanza di precipitazioni, la situazione si è ulteriormente aggravata sommergendo l’area  da una cappa di inquinamento. Per legge in Italia il valore massimo di polveri sottili è di 50 microgrammi per metro cubo d’aria al giorno e non può essere superato più di 35 volte in un anno. A Sassuolo recentemente i dati hanno sforato diverse volte i limiti di legge. Sono stati ben 9 i superamenti solo mese di dicembre, e in particolare nell'ultima settimana. La giornata più critica è stata il 14 dicembre con un picco record, sceso nei giorni successivi, ma con valori sempre superiori al limite dei 50 microgrammi. E la nebbia unita all'alta pressione, prevista anche per le vicine festività, favorisce purtroppo il ristagno delle sostanze inquinanti nei bassi strati dell'atmosfera: le polveri sottili come il PM10 rimangono imprigionate nei primi stadi dell'atmosfera e vengono respirate dall'uomo. Dicembre dunque difficile a Sassuolo, ma guardando il bicchiere mezzo pieno, le notizie positive arrivano dai dati del 2015: per ora la soglia dei 35 giorni in un anno non è ancora stata raggiunta. Attualmente sono 27 i giorni nei quali la centralina Arpa di rilevamento della qualità dell'aria, posizionata nei pressi del parco Edilcarani, ha rilevato dati sopra il livello consentito.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche