Martedì 06 Dicembre 2016 | 15:05

BERARDI E BENASSI TRASCINANO L’UNDER 21

L'attaccante del Sassuolo ed il centrocampista modenese in forza al Torino hanno trascinato gli azzurrini alla vittoria sulla Lituania. Il miglior messaggio che Antonio Conte si aspettava dal talento neroverde


Domenico Berardi ha dato la risposte che Antonio Conte si attendeva. Il ct aveva deciso di lasciare il talento del Sassuolo in Under 21 anziché farlo debuttare in nazionale maggiore nelle amichevoli con Belgio e Romania, mandandogli un messaggio chiaro dopo averlo visto abbandonare troppo facilmente il ritiro azzurro un mese fa per colpa del risentimento all’adduttore della coscia sinistra rimediato nel pre-gara di Empoli. "Il valore della maglia azzurra va compreso fino in fondo, per vestirla bisogna prima di tutto amarla", aveva detto Conte, che continua comunque a tenere in grandissima considerazione Berardi in vista dei prossimi Europei.

Così l’attaccante calabrese è stato lasciato in Under 21, in un gruppo che ormai conosce bene e con un allenatore come Gigi Di Biagio che è ormai diventato un secondo padre tanto quanto lo è Eusebio Di Francesco. L’obiettivo era chiaro: far sì che con gli azzurrini potesse tornare a sfoggiare tutto il proprio talento, dimostrando di tenere alla Nazionale e riconquistando anche la fiducia di Conte. Missione compiuta, perché  Berardi ieri ha ripreso per mano l’Under 21 consentendole di conquistare una vittoria pesantissima contro la Lituania a Castel di Sangro. Dopo le due reti fallite nello scontro diretto con la Serbia, chiuso comunque con un bel pareggio, il gioiellino del Sassuolo ha firmato l’1-0 con uno splendido tiro al volo di destro, non il suo piede, dopo poco più di un giro di lancette. A completare l’opera ci ha poi pensato l’altro leader della Nazionale di Di Biagio, il capitano Marco Benassi: con una rete forse ancor più bella di quella già straordinaria firmata da Berardi, il centrocampista modenese del Torino ha fissato il punteggio sul definitivo 2-0, regalando all’Italia una vittoria che le consente di rimanere al comando solitario del girone di qualificazione agli Europei 2017 grazie alla contemporanea sconfitta della Serbia.

"Sono riuscito a fare un gran gol e sono felice per me e per i miei compagni", ha raccontato Berardi. "Siamo un grande gruppo – ha continuato – e dobbiamo andare avanti così. La nazionale maggiore? Per adesso resta un grande sogno, dovrò continuare a lavorare aspettando le prossime convocazioni". Messaggio inviato, il destinatario Antonio Conte l’ha sicuramente ricevuto con piacere.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche