Domenica 04 Dicembre 2016 | 17:16

PAKISTANI: 42 I PERMESSI PER ACCEDERE ALL'EX MISERICORDIA

Decisivo per l'accoglienza l'apporto dell'Arcidiocesi di Modena - Nonantola, di Croce Rossa, Croce Blu e Protezione Civile


Via del Murazzo, 41123 Modena MO, Italia

Seconda notte al caldo dell’edificio dell’ex Misericordia per i pakistani che dallo scorso agosto dormivano sui gradoni delle tribune del Novi Sad. Due persone però sono state allontanate, dopo i controlli di ieri. Al centro stranieri nella zona della stazione ferroviaria è iniziata l’analisi sui documenti e sulle domande di asilo politico dei richiedenti ed è stata presa la decisione di acconsentire l’accesso alla struttura di accoglienza a 42 rifugiati. Dalle operazioni di controllo è risultata infatti la presenza di qualche infiltrato non idoneo alla domanda di asilo e dunque di permanenza nello stabile di via del Murazzo che rimarrà aperto fino a febbraio compreso.

Per arrivare alla soluzione fondamentale è stato decisivo l’apporto dell’Arcidiocesi di Modena-Nonantola per aver messo a disposizione e allestito la struttura, senza dimenticare il contributo delle associazioni di volontariato, in particolare di Croce rossa internazionale, Croce Blu e Protezione civile. Per l’accoglienza all’ex misericordia Croce Rossa ha messo da subito a disposizione uno stock da 9mila euro di attrezzature portando brande e coperte per i rifugiati. Ora la gestione spetta a Porta Aperta e il regolamento prevede l’apertura dello stabile dalle 9 alle 7 della sera e la possibilità per i pakistani di usufruire della colazione e cena del centro. Al Parco Novi Sad intanto staziona un auto della Polizia Municipale per controllare l’area, dove potrebbero arrivare nuovi profughi.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche