Martedì 06 Dicembre 2016 | 16:59

ORDINANAZA ANTI- ALCOOL, LA RIVOLTA DEI PAKISTANI

Fa discutere l’ordinanza anti-alcool diramata dal Comune. I più colpiti sembrano essere i negozi alimentari stranieri.


Ritorna il proibizionismo a Modena e i più colpiti sono i negozi alimentari gestiti da cittadini stranieri, per lo più pakistani e bengalesi. Sono circa 40 in città e in molti lamentano che la nuova ordinanza anti-alcol, entrata in vigore il 25 luglio, sta creando loro grandi disagi. Il provvedimento riguarda tutte le attività commerciali del centro storico, compresi bar, circoli e associazioni private, ai quali è vietato vendere bevande alcoliche da asporto di qualsiasi gradazione. È proibito quindi il consumo al di fuori della zona di pertinenza delle varie attività dalle 20.00 alle 7 del giorno seguente. Pena una multa salata dai 75 ai 450 euro per la vendita, e da 50 a 300 euro per la mancata esposizione dell’avviso. Lo scopo di questa ordinanza è prevenire comportamenti pericolosi causati dall’abuso di alcool, in modo da tutelare il decoro cittadino. Non sono d’accordo però i gestori dei negozi pakistani, che riferiscono di ricevere continue lamentele da parte dei clienti che non d’accordo con la normativa minacciano di non acquistare più da loro.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche