Mercoledì 07 Dicembre 2016 | 13:29

Il gruppo Bosch punta sugli ingegneri Unimore

Aperto il nuovo stabilimento nonantolano, ricostruito dopo i danni da 10 milioni di euro provocati dalla tromba d’aria


Il gruppo tedesco Bosch spalanca le porte agli ingegneri dell’Università di Modena e Reggio. L’Ateneo di casa nostra ha siglato questa mattina un accordo con la multinazionale leader mondiale nella componentistica dell’automotive e delle tecnologie industriali. L’intesa è stata firmata nello stabilimento RexRoth Oil Control di Nonantola, acquistato dal gruppo Bosch ormai 10 anni fa. E prevede, per i prossimi 5 anni, collaborazione a 360 gradi tra i due soggetti: da tirocini per gli studenti a ricerche congiunte, fino allo scambio di docenti e personale tecnico.

Già da anni Bosch collabora con l’Università di Modena, anche organizzando corsi di tedesco. L’intesa odierna va a rafforzare la partnership con l’Ateneo, che già vanta importanti accordi con aziende del territorio e non solo: ultimo dei quali quello con la Maserati.

Ma la conferenza di questa mattina è stata anche l’occasione per visitare il nuovo stabilimento nonantolano della Bosch, ricostruito dopo i danni da 10 milioni di euro provocati dalla tromba d’aria del 30 aprile 2014.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche