Sabato 03 Dicembre 2016 | 14:40

SASSUOLO, DUBBI IN DIFESA PER LA SFIDA DI EMPOLI

A tre giorni dalla trasferta di Empoli, in casa neroverde tiene banco la situazione legata agli infortuni di Acerbi e Cannavaro. Difficile che Di Francesco rischi i due difensori, contro i toscani si dovrebbe la coppia Terranova-Ariaudo.

SASSUOLO, DUBBI IN DIFESA PER LA SFIDA DI EMPOLI

Quando tutto va per il verso giusto, a turbare la serenità del Sassuolo ci si mettono sempre gli infortuni. Era accaduto nel girone di ritorno della passata stagione, si ripete oggi, fortunatamente in proporzioni ben minori. Il reparto maggiormente coinvolto è però sempre lo stesso, la difesa. Prima della sfida con il Chievo si era bloccato Francesco Acerbi per un problema alla schiena, nel corso del match era invece stato costretto ad uscire Paolo Cannavaro a causa di un risentimento muscolare. Nulla di grave, fortunatamente, a differenza della distrazione muscolare alla coscia destra rimediata da Sergio Floccari che costringerà l’attaccante calabrese a stare lontano dal terreno di gioco per almeno altre due settimane. A tre giorni di distanza dalla trasferta di Empoli sembra comunque sempre più probabile che mister Eusebio Di Francesco non rischi i due difensori, sfruttando la successiva settimana di sosta del campionato per recuperarli completamente. In fondo la coppia schierata contro il Chievo nella ripresa, quella formata da Terranova e Ariaudo, ha dato ottime risposte, nonostante i due centrali difensivi non toccassero il campo rispettivamente da 8 e 12 mesi. Nel lunch match di domenica in toscano il tecnico dei neroverdi dovrebbe dunque dare fiducia a loro, confermando ai lati Vrsaljko e Peluso. Per quanto riguarda l’attacco, invece, il solo ballottaggio sembra essere quello tra Floro Flores e Sansone, con Berardi e Defrel certi di una maglia. A proposito di Berardi, il talento neroverde è stato convocato dal ct dell’Under 21 Luigi di Biagio per le gare di qualificazione agli Europei 2017, che vedranno l’Italia impegnata l’8 ottobre a Koper con la Slovenia e il 13 ottobre a Vicenza con la Repubblica d’Irlanda. Assieme a lui i modenesi Benassi e Ferrari, protagonisti in serie A con le maglie di Torino e Bologna, e il portiere del Modena Provedel. Ma Berardi spera che sabato arrivi una chiamata più importante, quella di Antonio Conte: sarebbe la sua prima volta con la nazionale maggiore.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche