Venerdì 09 Dicembre 2016 | 01:02

SASSUOLO, 800 TIFOSI IN PIAZZA PER ABBRACCIARE LA SQUADRA

Piazza Garibaldi gremita per abbracciare il Sassuolo a tre giorni dal debutto in serie A: ben 800 tifosi hanno assistito alla presentazione dei neroverdi.

SASSUOLO, 800 TIFOSI IN PIAZZA PER ABBRACCIARE LA SQUADRA

Una folla per abbracciare i propri beniamini nel cuore della propria città. Per una sera il Sassuolo è tornato protagonista a Sassuolo, e già questa è stata la più bella notizia per tutti i tifosi. Era da più di due anni, dai giorni delle celebrazioni per la storica promozione in serie A, che in città non si assisteva ad una festa a tinte neroverdi, con i rintocchi del Campanone a scandire cori degli ultrà ed applausi scroscianti. Così, per il Sassuolo e gli 800 tifosi presenti, la festa di ieri sera è stata un dolce ritorno alle origini, un segnale chiaro che orgoglio e radicamento territoriale non sono mai scomparsi anche se da 8 stagioni non si gioca più allo stadio Ricci e la società è diventata un po’ più milanese e meno sassolese, per affermarsi anche in un grande palcoscenico quale è la serie A. «Il Sassuolo ha le radici qui, vogliamo che sia sempre così», ha ricordato il sindaco Claudio Pistoni mentre Piazza Garibaldi iniziava a riempirsi. Doveroso un pensiero alle tre sorelle scomparse nella tragedia del Secchia, ragione per la quale la festa era stata rinviata. Un applauso commosso ha accompagnato il ricordo, prima che il giovedì neroverde ripartisse e sul palco iniziassero ad alternarsi dirigenti, tecnici e giocatori. L’anima sassolese del club è tornata a fare la sua parte, con Carlo Rossi ad aprire le danze e Remo Morini ad arringare la folla. L’amministratore delegato Giovanni Carnevali ha poi parlato di obiettivi, tenendo il mirino puntato sulla salvezza e chiudendo il mercato. Prima della passerella di tecnico e squadra è stato tempo di svelare le nuove maglie, da questa stagione firmate da Kappa. Poi il momento più atteso, il clou della serata e il miglior finale di una grande festa, con capitan Francesco Magnanelli e Alberto Pomini a ricevere le chiavi della città dal sindaco. Un premio per la loro fedeltà e per un’esperienza ultradecennale coincisa con le tappe che hanno fatto la storia del Sassuolo.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche