Domenica 04 Dicembre 2016 | 07:07

PREFETTURA NEL MIRINO: ROGO E SCRITTE CONTRO DI BARI

Davanti alla sede di viale Martiri della Libertà la scritta “Prefetto fascio, no frontiere”. Indaga la Digos

PREFETTURA NEL MIRINO: ROGO E SCRITTE CONTRO DI BARI

“Prefetto fascio, no frontiere”: una scritta sull’asfalto con bomboletta spray davanti alla Prefettura di Modena e, poco più in là, un cassonetto in fiamme. Un atto di intimidazione avvenuto nella serata di sabato: la scritta è stata prontamente cancellata, così come è stato subito spento il rogo. Ora la Digos indaga per risalire ai responsabili. Nel cui mirino evidentemente c’è il prefetto Michele Di Bari. Sono stati alcuni passanti, verso le 22, a dare l’allarme ai Vigili del Fuoco.

La Polizia ha recuperato dentro al cassonetto il fumogeno dal quale si è propagato il piccolo rogo, mentre altri due fumogeni sono stati trovati a poca distanza. Ora gli inquirenti esamineranno le immagini girate dalle telecamere di videosorveglianza per risalire agli autori del raid. Non è la prima volta che il prefetto viene preso di mira: già lo scorso gennaio, in occasione della manifestazione di Forza Nuova, in piazzale Redecocca era apparso un murales che recitava: “Hai detto sì, ora pagherai le conseguenze”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche