Venerdì 09 Dicembre 2016 | 01:03

AZIENDA CHIUDE ALL’INSAPUTA DEI DIPENDENTI

Rientrano dalle feste di Natale e trovano la loro azienda chiusa. E’ successo questa mattina ad una quarantina di lavoratori della cooperativa di facchinaggio modenese La Carpigiana

AZIENDA CHIUDE ALL’INSAPUTA DEI DIPENDENTI

Cancelli chiusi, capannone svuotato, carabinieri e Digos a presidiare l’azienda. E’ la scena che si sono trovati davanti questa mattina, al rientro dalle feste natalizie, i 38 lavoratori della cooperativa di facchinaggio La Carpigiana, in via dei Tintori, zona Modena Est. Addetti che ora si trovano improvvisamente senza lavoro. A denunciarlo è la Fiom-Cgil, secondo cui i vertici della società hanno unilateralmente deciso di accelerare gli esiti della liquidazione coatta, mentre si era avviato un tavolo di trattativa tra le parti. Il sindacato ha proclamato lo stato di agitazione. La chiusura de La Carpigiana è l’ultimo capitolo di una turbolenta vertenza che negli ultimi due anni ha visto diversi picchi di tensione, tra i quali un operaio rimasto ferito nel marzo scorso durante uno sciopero. Le acque, qui, sono agitate già dal maggio 2014, quando un caporeparto fu denunciato per offese razziste. Negli ultimi mesi, invece, a tenere banco sono state le tensioni con i vertici della cooperativa e con la società Cbm, unica cliente de La Carpigiana, che però ha progressivamente trasferito le sue commesse ad un'altra azienda. Stando a quanto riferisce la Fiom-Cgil, il materiale utilizzato dai lavoratori de La Carpigiana durante le feste è stato restituito alla Cbm in qualità di committente unica. E ora la cooperativa non ha più nessuna attività da svolgere. Per trovare una soluzione al problema dei 38 addetti rimasti senza lavoro, il sindacato ora chiede l’intervento delle istituzioni.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche