Lunedì 20 Agosto 2018 | 22:53

CALO DELLE VACCINAZIONI: POSSIBILI CASI DI POLIO E DIFTERITE IN ITALIA

Il presidente dell'Istituto superiore di Sanità, Walter Ricciardi, lancia l’allarme. Dal trend in calo delle vaccinazioni negli ultimi anni ci aspettiamo in Italia i primi casi di difterite e poliomielite

CALO DELLE VACCINAZIONI: POSSIBILI CASI DI POLIO E DIFTERITE IN ITALIA

Potrebbero verificarsi di nuovo in Italia gravi casi di infezioni debellate da decenni. Le campagne, che negli ultimi anni hanno creato diffidenza nei confronti dei vaccini nella popolazione, potrebbero avere i primi seri effetti. In primis – avverte il presidente dell'Istituto superiore di Sanità, Walter Ricciardi – ci aspettiamo casi di poliomielite e difterite. Esistono inoltre ormai migliaia di bambini non protetti da tetano, morbillo, parotite, rosolia, avverte ancora Ricciardi: “è ovvio che ci saranno – dichiara – oltre ai casi che noi normalmente conosciamo, nuove infezioni”. Ricciardi è intervenuto oggi all'incontro “Perché vaccinarsi: il ruolo dei media per una cultura della prevenzione”, organizzato nella sede del ministero della Salute, a Roma, dalla Federazione nazionale degli Ordini dei medici e degli odontoiatri e rivolto ai giornalisti. “Non c'è più l'effetto gregge – viene spiegato – ovvero la protezione dovuta al fatto che i microrganismi non riescono a infettare molte persone perché vaccinate e che si ottiene con una copertura vaccinale almeno del 95%. Questo potrebbe spalancare a vere e proprie epidemie.” Ricciardi, nonostante abbia ribattuto alle accuse mosse dagli antivaccinisti, opponendo dati e spiegazioni scientifiche, ha sollevato ulteriori polemiche. Sul piede di guerra c’è ancora infatti il presidente del Codacons Carlo Rienzi, che già nei giorni scorsi ha denunciato Ricciardi per procurato allarme.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche