Mercoledì 07 Dicembre 2016 | 15:25

TERRORISMO, BRUXELLES ANCORA BLINDATA

Uno degli attentatori di Parigi sembrerebbe trovarsi lì o nei dintorni ed è ricercato insieme ad almeno una decina di altri uomini. Nel frattempo a Venezia in tanti stanno portando il loro saluto a Valeria Solesin, vittima dell'incursione al Bataclan di Parigi

TERRORISMO, BRUXELLES ANCORA BLINDATA

Bruxelles è ancora in stato di allerta, dopo gli avvertimenti partiti ieri dal Consiglio nazionale di sicurezza belga. Il livello d'allarme resta per ora fermo al numero 4, ma si pensa alla possibilità di riaprire le linee della metropolitana. Se il sistema poliziesco e quello militare funzioneranno bene, i treni potranno tornare attivi da domattina. La tensione continua comunque a farsi sentire perché uno degli attentatori di Parigi in fuga, Salah Abdeslam, sembrerebbe nascondersi proprio a Bruxelles o nei dintorni, da dove avrebbe chiamato amici chiedendo aiuto per scappare in Siria. Lo stesso fratello di Salah, Mohamed, risultato estraneo ai fatti, ritiene che non sia affatto lontano. Il ministro degli Interni e vicepremier, Jan Jambon, fa sapere che sono almeno una decina i ricercati al momento ed è per questo che si stanno concentrando tutte le forze possibili. Intanto in Italia si piange la ricercatrice Valeria Solesin, colpita dalle prime raffiche sparate al Bataclan di Parigi e morta tra le braccia del suo fidanzato Andrea Ravagnani. Il ragazzo ha raccontato di averla tenuta stretta tra le sue braccia fino al blitz nel teatro delle teste di cuoio. Numerose persone si stanno recando in queste alla camera ardente di Venezia per portarle il loro saluto. I funerali si terranno martedì prossimo in Piazza San Marco con una cerimonia laica.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche