Mercoledì 07 Dicembre 2016 | 09:34

GIUBILEO, CANTIERI ANCORA APERTI A 25 GIORNI DAL VIA

Ci separa meno di un mese dal Giubileo straordinario voluto da Papa Francesco e in calendario per l'otto dicembre. La Capitale attende almeno 30 milioni di pellegrini, ma i preparativi sono ancora indietro: dalla logistica alla sicurezza, sino ai cantieri. Roma, se non si affretta, rischia la paralisi e il caos.

GIUBILEO, CANTIERI ANCORA APERTI A 25 GIORNI DAL VIA

Manca meno di un mese all'apertura della Porta Santa che segnerà l'inizio del Giubileo della Misericordia, indetto da Papa Francesco per l'8 dicembre. Ma a Roma è indietro sulla tabella di marcia: i lavori sono ancora a metà e in alcuni punti addirittura fermi. Non ha aiutato senz'altro la serie di scandali che si sono susseguiti negli ultimi mesi, dagli scossoni del caso Mafia Capitale ai recenti scandali del Vaticano, passando per la vicenda dell'ex sindaco Marino, che ha sostanzialmente bloccato l'attività amministrativa del Comune. La squadra del neo-commissario Francesco Paolo Tronca, assieme al prefetto Franco Gabrielli, sta lavorando in affanno, mentre i giorni passano. I cantieri prevedono tempistiche tra i 2 e i 4 mesi, ma molti sono ancora abbozzi. Intanto l'agognato decreto del Governo è arrivato ieri: 200 milioni di euro sono stati sbloccati per le voci ‘soccorso’, ‘trasporti’ e ‘decoro’. Ma in extremis, e c'è da chiedersi se l'esborso, nella fretta, sarà utilizzato in maniera efficiente. Mancano all'appello le altre voci, in primis la ‘sicurezza’: capitolo non da poco, viste le notizie delle ultime ore. Si è parlato di personale delle forze dell'ordine a disposizione, ma solo di numeri vaghi e non della collocazione secondo un piano razionale definitivo. L'orologio corre e Roma, con l'Italia, tenta il tutto per tutto per non fare una brutta figura di risonanza mondiale, con 30 milioni di pellegrini stimati attesi all'evento.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche