Mercoledì 07 Dicembre 2016 | 15:20

SEQUESTRATI BENI PER 500MILA EURO AD EX-ABATE

L'alto prelato, Pietro Vittorelli, si sarebbe impossessato della somma sottraendola alle casse dell'Abbazia cittadina.

SEQUESTRATI BENI PER 500MILA EURO AD EX-ABATE

A Città del Vaticano infiamma lo scandalo Vatileaks2, un iceberg la cui punta ha la fattezze di un attico ristrutturato con le finanze di un ospedale pediatrico destinate alla cura di bambini, quello del cardinale Tarcisio Bertone. Intanto, nella provincia di Frosinone, a Montecassino, l'ambiente ecclesiastico è stato scosso nella giornata odierna da un altro terremoto giudiziario. La Guardia di Finanza ha sequestrato beni per 500 mila euro a un ex-abate del comune laziale, Pietro Vittorelli , che durante il suo mandato si sarebbe impossessato della stessa somma di denaro sottraendola alle casse della rinomata Abbazia. È stato il gip del tribunale di Roma, Vilma Passamonti,  su richiesta della procura capitolina, a richiedere l'intervento della Guardia di Finanza. Pietro Vittorelli tenne le redini dell'abbazia dall'ottobre del 2007 fino al giugno del 2013, quando fu costretto a lasciare per problemi di salute. Il denaro sottratto dal prelato alle casse dell'Abbazia, particolare scottante,  era destinato a finanziare opere caritatevoli e di culto. L'ex-abate, 53enne, risulta attualmente indagato. Come riporta l'agenzia Ansa, la somma di denaro sottratta - secondo l'accusa - sarebbe stata riciclata in varie tranche attraverso passaggi su vari conti correnti gestiti dal fratello, intermediario finanziario, per poi tornare nella disponibilità del prelato.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche