Venerdì 09 Dicembre 2016 | 04:48

CRISI: L’OCSE ALZA LE STIME SULL’ITALIA

Pil in crescita dell'1,4 % nei prossimi due anni, in calo deficit e debito pubblico: sono solo alcune delle stime contenute nell' Economic Outlook edito dall'Ocse

CRISI: L’OCSE ALZA LE STIME SULL’ITALIA

Il Pil italiano crescerà dello 0,8% nel 2015 e dell'1,4% nel 2016 e 2017. Lo scrive l’Ocse nell’ultima edizione del suo Economic Outlook, ritoccando dunque al rialzo di 0,1 punti le stime diffuse a settembre. Secondo l'Organizzazione per la cooperazione e per lo sviluppo economico, il deficit continuerà a diminuire delineando una ripresa economica in grado di aumentare gli introiti fiscali. Buone notizie anche per quanto riguarda il debito pubblico: dopo il picco del 134,3% del Pil raggiunto quest’anno, scenderà al 133,5% nel 2016 e a 131,8% nel 2017. Al di là dei numeri, l’Ocse ha anche espresso valutazioni sulle politiche economiche del Belpaese: “Il Jobs act e gli sgravi per le assunzioni – secondo l’Organizzazione con sede a Parigi – stanno trainando la svolta del mercato del lavoro italiano, innescando un rilevante aumento dei nuovi contratti a tempo indeterminato e ampliando le reti di sicurezza sociale, rendendo la crescita più inclusiva”. Non mancano, però, le critiche. Che, in maniera indiretta, riguardano anche la prevista cancellazione della tassa sulla prima casa.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche