Domenica 04 Dicembre 2016 | 07:02

JOBS ACT, DRAGHI: PRUDENZA, QUADRO ANCORA INCERTO

Entusiasmo da parte della Commissione Europea per le previsioni sulla crescita economica italiana, pubblicate questa mattina dall'Istat. Più prudente il presidente della Bce Mario Draghi

JOBS ACT, DRAGHI: PRUDENZA, QUADRO ANCORA INCERTO

Nuove stime dell'Istat, in linea con il giudizio della Commissione Ue, vedono il Pil italiano salire dell'1,4% già dal prossimo anno, mentre confermano la crescita allo 0,9% già nel primo semestre 2015. La Commissione commenta i dati soprattutto in relazione all'occupazione, sbilanciandosi sugli effetti positivi del Jobs Act. Il provvedimento va nella direzione giusta, dice Bruxelles, per poi correggere il tiro: per assistere a un vero miglioramento del mercato del lavoro, che si traduca in più assunzioni e salari maggiori - si sottolinea - sarà necessaria una ben più consistente ripresa degli investimenti. A non sbilanciarsi verso eccessivi entusiasmi è il presidente della Banca Centrale Europea Mario Draghi che definisce inaccettabile il prezzo pagato in numero disoccupati per la crisi e riporta l'attenzione verso uno sguardo più generale: siamo di fronte a una situazione in cui la dinamica dei prezzi è molto debole – sostiene il presidente della BCE – e il quadro macroeconomico è ancora incerto.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche