Martedì 06 Dicembre 2016 | 17:00

CGIA: NOVEMBRE MESE DELLE TASSE

Anche quest’anno le scadenze fiscali saranno un salasso per gli italiani che dovranno versare all'erario 53.5 miliardi di euro. Questo è il resoconto dell’Ufficio studi della Cgia di Mestre

CGIA: NOVEMBRE MESE DELLE TASSE

Novembre, da sempre, è il mese delle tasse e anche quest'anno le scadenze fiscali che si addenseranno tra lunedì 16 e lunedì 30 saranno il solito salasso. L'Ufficio studi della Cgia di Mestre ha stimato lo sforzo fiscale che le imprese, autonomi, lavoratori dipendenti e possessori di altri redditi saranno chiamati a sostenere il mese prossimo, tra Iva, acconti Irpef, Irap, Ires, addizionali Irpef e ritenute di imposta. In tutto gli italiani dovranno versare all'erario 53,5 miliardi di euro. In Italia il gettito tributario totale – spiega la Cigia – supera i 480 miliardi di euro l'anno. Questa imponente massa monetaria affluisce nelle casse dell'erario rispettando precise scadenze fiscali che si concentrano prevalentemente tra novembre e dicembre e i mesi estivi di giugno, luglio e agosto. La Cgia fa inoltre notare come anche il peso dei costi indiretti abbia assunto dimensioni molto preoccupanti, a causa del sistema di riscossione, vale a dire della burocrazia. Nel nostro Paese – calcola infatti la Cigia – tra code agli sportelli, tempo perso per recarsi dal commercialista o per compilare moduli, registri e scartoffie varie, le imprese italiane impiegano mediamente 269 ore all'anno per onorare gli impegni con il fisco. Una via crucis che sembra peculiarmente italiana, mentre in tutti gli altri Paesi dell'Eurozona, tranne il Portogallo, la situazione è meno pesante. A conti fatti se in Italia e in Portogallo sono necessari circa 34 giorni di tempo da dedicare al pagamento delle imposte, la media dell'area euro è di 20 giorni. Una soglia che scende a 17 in Francia e addirittura a 15 giorni in Olanda.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche