Sabato 03 Dicembre 2016 | 18:37

RIFORMA DEL SENATO AVANTI TRA LE POLEMICHE

Alta tensione sulla riforma del Senato. Tra le proteste del Movimento Cinque Stelle e della Lega, che non partecipano al voto, l'Aula ha dato il via libera all'articolo 1 del ddl Boschi.

RIFORMA DEL SENATO AVANTI TRA LE POLEMICHE

Dopo la bagarre di mercoledì, riprende in Senato l'esame del ddl Boschi sulla riforma costituzionale. L'assemblea ha approvato oggi, con 177 sì, 157 no e 2 astenuti, l'emendamento cosiddetto "canguro", presentato dal democratico Roberto Cociancich, che fa cadere tutte le altre proposte di modifica all'articolo 1 del disegno di legge. Di qui, quindi, l'appellativo "canguro", perché l'emendamento permette di saltare a piè pari le numerose proposte di modifica avanzate. Non hanno votato Movimento Cinque Stelle e Lega. Su tutte le furie le altre opposizioni. Di fatto, con questo voto, si mette la parola fine al bicameralismo perfetto. Sarà solo la Camera a dare la fiducia al governo. Tuttavia, nella riformulazione dell'articolo, vengono riattribuite al futuro Senato alcune funzioni, e quindi poteri, che erano stati tolti durante il passaggio alla Camera. Ma l'appuntamento più caldo è alle 19, quando l'assemblea tornerà a riunirsi per discutere l'articolo 2, che riguarda l'elettività diretta dei futuri senatori e che aveva tracciato una linea di demarcazione tra minoranza e maggioranza Pd. Il risultato non è scontato perché la votazione avverrà a scrutinio segreto, e la maggioranza teme franchi tiratori. Proprio su questo punto potrebbe dunque riprendere lo scontro tra i democratici, con la minoranza Pd in fermento, dopo che il senatore Cociancich ha scritto un secondo emendamento, anche questo del tipo "canguro". Emendamento che, in sostanza, propone di riscrivere l'articolo che riguarda l'elezione del capo dello Stato. Il cuore della proposta riguarda la modifica della platea che elegge il Presidente della Repubblica, uno dei nodi da sciogliere e su cui la maggioranza ha cercato sino all'ultimo una intesa con la minoranza Pd, ora però di nuovo sull'attenti.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche