Giovedì 08 Dicembre 2016 | 05:00

E’ MORTO PIETRO INGRAO: AVEVA 100 ANNI

è venuto a mancare questo pomeriggio Pietro Ingrao, partigiano, giornalista, politico, storico dirigente del Partito Comunista Italiano.

E’ MORTO PIETRO INGRAO: AVEVA 100 ANNI

Si è spento questo pomeriggio Pietro Ingrao, partigiano, giornalista, politico, storico dirigente del Partito Comunista Italiano. Uno dei Padri della nostra Repubblica. Lo scorso 30 marzo aveva compiuto 100 anni. Era nato nel 1915 a Lenola, in provincia di Latina, da una famiglia di proprietari terrieri dell'alta borghesia locale, ma con radicate tradizioni liberali. Negli anni ’30 il trasferimento a Roma. Prima dello scoppio della Guerra, Ingrao si laurea in Giurisprudenza e in Lettere e Filosofia. E’ in questo periodo che aderisce al Pci. Negli anni del conflitto, partecipa alla Resistenza partigiana. Nel giugno del 1944 sposa Laura Lombardo Radice nella Roma appena liberata, unione da cui nasceranno 5 figli. Dopo la Liberazione, viene nominato direttore del quotidiano L’Unità. Nel ‘48 entra nel comitato centrale del Partito Comunista e viene eletto deputato per la prima volta: verrà rieletto per dieci legislature consecutive, fino a quando, nel 1992, chiederà di non essere ricandidato. Tra il ’76 e il ’79 è il primo comunista a presiedere la Camera dei Deputati. Nel 1989, Ingrao si oppose alla svolta di Achille Occhetto che trasformò il Pci in Pds, restando però contrario ad ogni ipotesi di scissione. Nel ‘91 aderì al Pds, per poi uscirne due anni più tardi ed entrare in Rifondazione comunista, a cui rimase iscritto fino al 2008. Negli ultimi anni Ingrao si era dedicato per lo più all’attività di scrittura. Nel 2007 aveva pubblicato la sua autobiografia: ‘Volevo la luna’.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche