Giovedì 08 Dicembre 2016 | 03:04

IMMIGRAZIONE, TRAGEDIA NEL CANALE DI SICILIA

Arriva nel Canale di Sicilia un barcone con 50 cadaveri nella stiva. Non si arresta il bilancio dei morti in mare per immigrazione che, dopo questa ennesima tragedia, sale a circa 2500.

IMMIGRAZIONE, TRAGEDIA NEL CANALE DI SICILIA

Non si placano le tragedie legate al fenomeno immigrazione. Quella di oggi è ambientata nel Canale di Sicilia dove sono stati rinvenuti i cadaveri di 50 migranti nella stiva di un barcone soccorso al largo delle coste libiche da una nave svedese dell'operazione Poseidon, che ha messo fortunatamente in salvo altre 500 persone. Si contano in tutto dieci segnalazioni giunte alla centrale operativa della Guardia Costiera, di cui cinque portate a termine. La nave Fiorillo è intervenuta nel soccorso di un gommone con 112 migranti, di cui 23 donne e 7 minori. Sono invece 225 i migranti tratti in salvo da un mercantile dirottato dalla centrale operativa della Guardia Costiera. Oggi l’Alto commissariato dell’Onu per i rifugiati ha aggiornato le sue stime sul numero dei morti nel Mediterraneo quest’anno: sono circa 2.500, a fronte di oltre 193mila arrivi di migranti. Il dato vede come Paesi d’origine la Siria, seguita da Afghanistan, Eritrea, Nigeria e Somalia.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche