Venerdì 09 Dicembre 2016 | 08:41

FUNERALI CASAMONICA, IL PARROCO: LO RIFAREI

Infuria la polemica all'indomani del funerale del capo clan dei Casamonica, celebrato ieri a Roma. Le esequie del boss sono finite nelle cronache internazionali e il caso è diventato una questione politica. Intanto Giancarlo Manieri, il parroco celebrante, non si tira indietro e ammette di non essere pentito.

FUNERALI CASAMONICA, IL PARROCO: LO RIFAREI

A 24 ore dalla celebrazione del funerale di Vittorio Casamonica arrivano anche le parole del Prefetto di Roma Franco Gabrielli che difende l'operato della sua struttura: sono stati commessi degli errori, ma Roma – spiega Gabrielli – non è connivente con la Mafia. Il funerale di Vittorio Casamonica, capo clan della famiglia omonima, è stato celebrato ieri a Roma presso la Chiesa di San Giovanni Bosco. Sei cavalli con pennacchio trainavano una antica carrozza funebre, mentre una banda intonava prima le note di Nino Rota per il film "Il Padrino" e poi la colonna sonora di "2001 odissea nello spazio". E ancora: petali di rose lanciati da un elicottero. Così lo sfarzo alle esequie del boss è finito addirittura nelle cronache internazionali: se ne sono occupati, tra gli altri, i siti del New York Times e del Guardian. Oggi è però il giorno delle prese di posizione. Non arretra il parroco che ha celebrato la cerimonia, Giancarlo Manieri: la Chiesa non può dire "no" a un funerale, si difende il sacerdote. Avanti anche Sel e una parte del Pd, che hanno annunciato un'interrogazione al ministro degli Interni Angelino Alfano. Mentre si distribuiscono le responsabilità arriva il primo provvedimento: è stato denunciato l'uomo che guidava l'elicottero da cui sono stati lanciati petali di rosa. Il pilota, infatti, non era stato autorizzato dall'Enac. Ultimo a entrare nel dibattito il nipote del boss, Luciano Casamonica: la nostra famiglia – sostiene – ha sempre fatto le feste alla grande, non siamo mafiosi, non siamo persone cattive. E ancora: Quando se ne va qualcuno – chiude il nipote – soltanto Dio giudica e non la politica.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche