Martedì 06 Dicembre 2016 | 16:58

INTERCETTATO CROCETTA: «LUCIA BORSELLINO VA FATTA FUORI»

Il presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta si è auto-sospeso dalla sua carica dopo le polemiche insorte per una intercettazione. Il suo medico Tutino gli avrebbe detto al telefono cose pesanti su Lucia Borsellino, figlia del noto giudice assassinato nel 1992.

INTERCETTATO CROCETTA: «LUCIA BORSELLINO VA FATTA FUORI»

La Regione Sicilia è nell'occhio del ciclone per un nuovo caso: il governatore Rosario Crocetta si è auto-sospeso dalla sua carica in seguito a un'intercettazione, pubblicata dall'Espresso, in cui il suo medico, Matteo Tutino (primario dell'ospedale palermitano Villa Sofia) avrebbe detto, parlando di Lucia Borsellino: "Va fermata, va fatta fuori come suo padre". Il presidente della Regione afferma però di non aver mai sentito queste parole. Nonostante questo il Pd ne chiede le dimissioni, mentre il presidente Pietro Grasso parla di "parole schifose". Hanno telefonato personalmente alla Borsellino invece il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e il premier Matteo Renzi per manifestarle la loro solidarietà. Dal canto suo Lucia Borsellino, figlia del giudice Paolo Borsellino, assassinato il 19 luglio 1992, si sente intimamente offesa e dice di provare vergogna per loro.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche