Sabato 03 Dicembre 2016 | 14:39

LA CAMERA APPROVA, LA ‘BUONA SCUOLA’ È LEGGE

Con 277 voti a favore e 173 contrari è arrivato il sì definitivo

LA CAMERA APPROVA, LA ‘BUONA SCUOLA’ È LEGGE

Dopo un lungo e accidentato percorso ad ostacoli, tra polemiche e modifiche andate avanti per quasi un anno, il ddl ‘buona scuola’ adesso è legge. La riforma meno votata del governo Renzi: oggi la Camera l’ha approvata con 277 voti a favore, 173 no e 4 astenuti, tra le proteste dell’opposizione in aula e dei manifestanti fuori da Montecitorio. Contrari all'approvazione Movimento cinque stelle, Forza Italia, Lega, Sel, Alternativa libera e Fratelli d'italia. Sono 39, tra i quali Bersani e Cuperlo, i deputati Pd che non hanno partecipato al voto. Tra questi, secondo Alfredo D'Attorre, 24 gli esponenti della minoranza Pd. Tra i provvedimenti più importanti, la ‘buona scuola’ prevede l'assunzione in due fasi di 102mila docenti, lo stanziamento di 200 milioni da utilizzare dal 2016 per premiare i professori nell’ambito della valutazione introdotta dal ddl, il potenziamento dell'alternanza scuola-lavoro e il rafforzamento dell'autonomia scolastica; c’è poi il contestato ‘super-preside’, che valuterà i professori, insieme a un comitato di docenti e genitori, li potrà premiare con bonus in denaro e scegliere a chiamata diretta. Lo stesso preside, ogni tre anni, sarà soggetto a valutazione. Infine, formazione permanente per gli insegnanti, con l’introduzione della carta dell’insegnante per l’aggiornamento personale, e 4 miliardi di euro per l’edilizia scolastica.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche