Mercoledì 07 Dicembre 2016 | 23:08

GRECIA, VAROUFAKIS SI DIMETTE. DOMANI LE PROPOSTE DI TSIPRAS ALL’UE

Lagarde: “Pronti ad aiutarli”

GRECIA, VAROUFAKIS SI DIMETTE. DOMANI LE PROPOSTE DI TSIPRAS ALL’UE

“Alcuni partner preferiscono una mia 'assenza' dai loro vertici. Porterò con orgoglio il disgusto dei creditori nei miei confronti”. Con queste parole Yanis Varoufakis si è dimesso dalla carica di ministro delle Finanze della Grecia dopo la vittoria del no al referendum di ieri, scelto da oltre il 61% dei cittadini. Un abbandono a sorpresa deciso, scrive l’ex ministro sul suo blog, “per aiutare Tsipras nella trattativa”. Al suo posto è subentrato Euclid Tsakalotos, capo dei negoziatori greci. E di certo Tsipras di aiuto ne avrà bisogno nelle giornate che segneranno l’evoluzione del complesso caso ellenico già a partire da domani, quando si terrà l’Eurogruppo, preceduto questa sera da un incontro tra Hollande e Merkel. La cancelliera tedesca, oggi visibilmente provata, ha fatto sapere tramite il suo portavoce che “al momento non ci sono i presupposti per nuove trattative su altri programmi di aiuto”. Tsipras, da parte sua, ha garantito che si presenterà al tavolo con nuove proposte, mentre la presidente del Fondo Monetario Internazionale, Christine Lagarde, ha annunciato di essere pronta ad aiutare la Grecia “se ne farà richiesta”. Intanto nel Paese le banche non riaprono, il limite sui prelievi è ancora attivo, mentre questa mattina tutte le borse europee hanno aperto in rosso. Domani pomeriggio, probabilmente, si saprà se i leader europei decideranno di valutare un nuovo piano di aiuti per Atene o inizieranno seriamente a pensare all’uscita della Grecia dalla moneta unica, con tutte le conseguenze che ciò comporterebbe.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche