Martedì 06 Dicembre 2016 | 16:58

Terremoto ai vertici della Fifa, 7 arresti per corruzione

Vent’anni di abusi di potere e corruzione per un giro di oltre 150 milioni di dollari

Terremoto ai vertici della Fifa, 7 arresti per corruzione

Scandalo nel mondo del calcio, ai suoi livelli più alti: all’alba, sette dirigenti della Fifa sono stati arrestati dalle autorità svizzere nelle loro stanze dell'hotel Baur au Lac di Zurigo, dov’è in corso il meeting annuale della Federazione internazionale di calcio durante il quale il presidente uscente, il 79enne Sepp Blatter, affronta la sfida della rielezione per il quinto mandato. Su di lui, capo indiscusso del calcio mondiale dal 1998, si procede coi piedi di piombo: al momento sembra non sia indagato, ma il frangente è in evoluzione; la Fifa, in conferenza stampa, si è dichiarata parte lesa. Diversa la situazione per i funzionari arrestati, incluso il vicepresidente Jeffrey Webb, contro i quali il ministero della Giustizia americano ha formulato 47 capi d’accusa, dalla corruzione alla frode, dal riciclaggio all’associazione a delinquere: reati commessi nell’arco degli ultimi vent’anni per un giro di circa 150 milioni di dollari. Per anni la Fifa è stata indagata dall’Fbi e ha sempre respinto le accuse, come quelle di corruzione relative all’assegnazione dei mondiali del 2018 e del 2022 a Russia e Qatar; adesso, anche il ministero pubblico svizzero ha aperto un’inchiesta. Ed è solo l’inizio. “Questo non è il capitolo finale della nostra indagine”, ha chiarito il procuratore statunitense Loretta Lynch. “Si tratta di una corruzione dilagante, sistemica e che affonda le sue radici all’estero e qui negli Usa. Coinvolge almeno due generazioni di dirigenti che hanno abusato delle loro posizioni per 20 anni per intascare milioni di dollari in tangenti”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche