Lunedì 05 Dicembre 2016 | 03:24

Attentato al museo del bardo, un arresto a Milano

Era arrivato in Italia con un barcone lo scorso febbraio

Attentato al museo del bardo, un arresto a Milano

E’ stato arrestato a Gaggiano, nel Milanese, uno dei presunti responsabili della strage al Museo del Bardo a Tunisi, costato la vita a 24 persone: si tratta di un giovane marocchino di 22 anni, Abdel Majil Touil, ricercato dalle autorità tunisine e fermato dagli uomini della Digos di Milano in collaborazione con il Ros dopo una lunga attività investigativa nata su segnalazione dei nostri servizi d’intelligence. Il 17 febbraio il giovane era sbarcato a Porto Empedocle, in Sicilia, dov’era arrivato con un barcone; era stato identificato, sotto falso nome, insieme ad altre 97 persone, e aveva ricevuto un provvedimento di espulsione dal questore di Agrigento. Non è ancora chiaro se sia stato allontanato dall’Italia o se sia tornato in Africa da solo; in ogni caso, secondo l’accusa, il 18 marzo era a Tunisi per partecipare al commando dell’Isis che ha assaltato il museo del Bardo. Mentre crescono le polemiche sull’ingresso di clandestini in Italia, i vicini e i parenti difendono Touil, affermando che nei giorni della strage il ragazzo fosse a casa. Touil, incensurato e finora sconosciuto alle autorità, adesso è indagato dalla procura di Milano per terrorismo internazionale e deve rispondere di numerosi reati tra i quali omicidio volontario con premeditazione, cospirazione al fine di commettere attentati contro la sicurezza interna dello Stato e allo scopo di mutare la forma di governo, sequestro di persona a mano armata, partecipazione ad addestramento militare.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche