Mercoledì 07 Dicembre 2016 | 11:34

Ue: nel 2016 Pil italiano all’1,4%, disoccupazione al 12,4%

“La sfida maggiore è l’elevato debito”

Ue: nel 2016 Pil italiano all’1,4%, disoccupazione al 12,4%


Una ripresa graduale e una disoccupazione, seppure ancora alta, in lieve calo. Questo il quadro tracciato dalla Commissione europea, che ha aggiornato le sue stime sul nostro Paese indicando una crescita per il Pil italiano dell’1,4% nel 2016, in rialzo di un +0,1% rispetto alle stime di febbraio. Una promozione inaspettata dovuta soprattutto, si dice da Bruxelles, “all’export aiutato dal deprezzamento dell’euro”. “Nonostante le banche siano ancora appesantite dai crediti deteriorati e i tassi reali d’interesse resteranno relativamente alti - si legge nel documento - si prevede che l’aumento degli export sbloccherà lentamente nuovi investimenti in attrezzature, mentre le condizioni del credito miglioreranno gradualmente”. L’Unione europea rivede leggermente al ribasso anche le stime sulla disoccupazione, aggiornate al 12,4% per quest’anno e per il prossimo. Il problema principale, tuttavia, resta il debito. Per l’Italia, ha detto il commissario agli affari economici Pierre Moscovici, “la sfida maggiore è l’elevato debito con la crescita che resta debole, perciò bisogna articolare una politica di bilancio prudente con un’agenda di riforme che resta ambiziosa”. Invariate le stime sul deficit italiano, ma l’Ue vede “rischi collegati a possibili misure espansive aggiuntive annunciate nella legge di stabilità ma non ancora dettagliate”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche