Domenica 11 Dicembre 2016 | 08:59

Italicum, renzi mette la fiducia. Caos in aula

Opposizioni sulle barricate. Brunetta: “No al fascismo Renziano”

Italicum, renzi mette la fiducia. Caos in aula

Renzi blinda l’Italicum e pone la questione di fiducia. In mattinata la maggioranza ha superato il primo scoglio alla Camera sulla legge elettorale con il respingimento di tutte le pregiudiziali di costituzionalità presentate dalle opposizioni (Forza Italia, Sel, Lega Nord e Movimento cinque stelle). Una garanzia che, però, al premier non è bastata. Nel corso di una riunione-lampo del Governo a Palazzo Chigi, i ministri hanno autorizzato la richiesta di fiducia, che è stata poi annunciata ufficialmente davanti alla Camera di Montecitorio dal ministro alle Riforme Maria Elena Boschi tra le grida di protesta delle opposizioni e i crisantemi gialli lanciati dai deputati di Sel per il “funerale della democrazia”. <Non consentiremo il fascismo renziano. Faremo di tutto per impedirlo, dentro e fuori questa Aula>, ha attaccato il capogruppo di Forza Italia Renato Brunetta ricordando che il governo aveva promesso <che non avrebbe agito a colpi di maggioranza>. Renzi teme che la minoranza Pd possa disertare in una seconda fase, per questo ha deciso di non correre rischi: <Dopo anni di rinvii noi ci prendiamo le nostre responsabilità in Parlamento e davanti al Paese>, ha scritto su Twitter. <La Camera ha il diritto di mandarmi a casa se vuole: la fiducia serve a questo. Finché sto qui, provo a cambiare l’Italia>. La discussione generale nei prossimi giorni. Il voto finale, a scrutinio segreto, è previsto per il 7 maggio.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche