Lunedì 05 Dicembre 2016 | 05:25

Terremoto in Nepal: si temono migliaia di vittime

Il fenomeno ha scatenato anche una valanga sull'Everest e non ha risparmiato le zone limitrofe

Terremoto in Nepal: si temono migliaia di vittime

Questa mattina in Nepal alle 11,56 ora locale (corrispondenti alle 8.11 in Italia) si sono abbattute due fortissime scosse di terremoto, a distanza di 35 minuti l'una dall'altra. Il sisma ha avuto un effetto disastroso causando, secondo quanto si sa al momento, almeno 686 vittime, numerosi feriti e dispersi e la distruzione di siti archeologici e storici, come la torre Dharahara, monumento turistico della capitale nepalese, nonché patrimonio dell'Unesco. Insieme al terremoto si è scatenata una valanga sull'Everest che ha travolto il campo base uccidendo almeno otto persone. Secondo l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, il bilancio sembra però destinato a salire fino a centinaia o migliaia di vittime. La prima scossa è stata di magnitudo 7.9, mentre la seconda di almeno 6,6 e ad aggravare la situazione è il fatto che si tratti di un'area altamente popolata da circa 2,5 milioni di persone, dove tra l'altro le costruzioni sono precarie. Ne hanno risentito anche i paesi vicini, come l'India, in cui ci sono state almeno 5 vittime e il Bangladesh, dove se ne contano altre due. L'epicentro è stato registrato a Lamjung, nel Nepal occidentale, località che secondo i media è stata rasa al suolo. Si parla del peggior sisma nella zona dell'Himalaya degli ultimi 80 anni.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche