Martedì 06 Dicembre 2016 | 13:11

Italicum, opposizioni schierate contro Renzi

Anche Forza Italia e Lega lasciano la Commissione Affari costituzionali dopo Cinque Stelle e Sel.

Italicum, opposizioni schierate contro Renzi

Tutti contro Renzi dopo la sostituzione, ieri, di 10 membri di minoranza Pd presenti in Commissione Affari costituzionali alla Camera, al lavoro sull’Italicum. Sulla riforma della legge elettorale il premier marcia senza sosta, ma è sempre più solo: anche Forza Italia e Lega hanno lasciato i lavori, dopo l’addio dei Cinque stelle e di Sel. Tutte le opposizioni hanno condannato l’atteggiamento di Renzi, che procede sostituendo a piacimento le persone a cui spetta di decidere sulla riforma, blindando la Commissione. Un’azione che sembra quasi una “deportazione”, dice Renato Brunetta definendo la situazione “democraticamente aberrante e costituzionalmente inaccettabile”. “Noi, al pari di tutte le altre opposizioni - continua il capogruppo di Forza Italia alla Camera - non accetteremo questo comportamento antidemocratico del gruppo di Renzi, e lasceremo a Renzi e a quel che rimane del suo partito tutta la responsabilità di questo strappo”. In risposta il presidente del Consiglio preme sull’acceleratore dicendo che “chi grida oggi allo scandalo perché alcuni deputati sono stati sostituiti dovrebbe ricordare che non è solo normale ma addirittura necessario”. “Avanti su tutto! - scrive su Facebook -. Da anni diciamo che è una priorità cambiare la legge elettorale. Fermarsi oggi significherebbe consegnare l’intera classe politica alla palude e dire che anche noi siamo uguali a tutti quelli che in questi anni si sono fermati prima del traguardo”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche