Sabato 10 Dicembre 2016 | 15:39

Italicum, passa linea Renzi. Bersani: minoranza non si ritira

Il capogruppo alla Camera Roberto Speranza si dimette

Italicum, passa linea Renzi. Bersani: minoranza non si ritira

Il governo e la sua sopravvivenza sono legate al buon esito della riforma della Legge elettorale. Così almeno la pensa il segretario Pd e premier Matteo Renzi che, la scorsa notte, ha chiesto ai suoi deputati di votare la proposta della Direzione senza modifiche, perché il governo è legato all'Italicum nel bene e nel male. Insomma, l'ennesimo out-out. Non senza strappi però. Questa volta la disciplina di partito ha scricchiolato. Per profondo dissenso – queste le parole utilizzate – il capogruppo del Pd alla Camera, Roberto Speranza, ha annunciato le proprie dimissioni dall'Assemblea del deputati e subito dopo i deputati di Area riformista hanno lasciato la riunione. Ma c'è chi non vuole dare l'impressione di mollare la partita. L'ex segretario Pier Luigi Bersani oggi ha tenuto a precisare infatti che il via libera dell'Assemblea non costituisce alcuna ritirata per la minoranza. Bersani definisce anzi il tutto un "combattimento". Insomma guerra dichiarata e aperta. La notte non ha smorzato le tensioni. Matteo Renzi per ora non si sbilancia se non per minacciare i noti estremi rimedi: sull'Italicum si potrebbe chiedere la fiducia. Ipotesi che fa infuriare minoranza Pd e opposizioni esterne. In capo a tutti proprio Bersani, che liquida: non voglio neanche considerare questa possibilità.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche