Lunedì 19 Febbraio 2018 | 03:10

DISASTRO MODENA, I CANARINI AFFONDANO COL RENATE

Continua la crisi senza fine del Modena. I canarini, in campo a porte chiuse a Forlì con il Renate, cadono 3-0 al termine di una gara troppo brutta per essere vera. E la classifica si fa subito nerissima

DISASTRO MODENA, I CANARINI AFFONDANO COL RENATE

Un Modena senza mordente, senza cattiveria, ma soprattutto senza reazione. La più brutta gara di questo inizio di stagione dei canarini si chiude con una sconfitta per 3-0 contro il Renate, abile a concretizzare i veri e propri regali concessi dalla retroguardia gialloblù. Una prestazione da mani nei capelli, l’ultima cosa che avrebbe voluto vedere mister Capuano al ritorno in panchina dopo quattro mesi di squalifica. Serviva una reazione, serviva concretizzare le buone cose fatte vedere nei primi tempi con Vicenza e Reggiana, invece è arrivato il passo indietro in un Morgagni a porte chiuse. Una sofferenza risparmiata, perlomeno, ai tifosi canarini che già dopo tre minuti avrebbero dovuto assistere al primo dispiacere di giornata. Brutto passaggio di Ambrosini, contrasto perso da Carraro e pallone imbucato per Lunetta che a tu per tu con Manfredini non sbaglia. Il primo tempo si chiude sull’1-0, poi nella ripresa il crollo definitivo nonostante i cambi operati da Capuano. L’unico spiraglio di luce per il Modena arriva dagli spalti, con la presenza di Carmelo Salerno poche file sopra Antonio Caliendo. Tra i due è tornato il sereno dopo il litigio estivo e allora l’auspicio è che la lunga trattativa possa sbloccarsi e concludersi con la tanto agognata fumata bianca.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • smacheda

    16 Settembre 2017 - 18:06

    possibile che a Modena, con tutti i capitali milionari esistenti, non ci sia una cordata (anche molto corta...) di imprenditori che investano 20 mln a testa e facciano GRANDE il Modena Calcio ? (cito SYSTEM GROUP di Fiorano, Ferrari, Bugatti, Daytona Ceramiche, Atlas Concorde, ecc ecc ecc)

    Rispondi

i più letti

Ti potrebbe interessare anche