Sabato 03 Dicembre 2016 | 20:38

GUARDIA DI FINANZA: SALA GIOCHI EVADE 400MILA EURO

Una società proprietaria di numerose slot-machines dislocate sul territorio di Modena e provincia ha omesso di dichiarare all’Erario guadagni per oltre 1,3 milioni di euro

GUARDIA DI FINANZA: SALA GIOCHI EVADE 400MILA EURO

L’attività di controllo della Guardia di Finanza di Modena nel settore dei giochi legati alla sorte come slot machine, new slot, VLT e simili, eseguita in collaborazione con i funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ha interessato l’intero comprensorio provinciale privilegiando i comuni con maggiore densità abitativa.
In tale contesto, nell'ultimo anno, sono stati eseguiti controlli nei confronti di 53 esercizi commerciali, per un complessivo di 259 apparecchi (slot, new slot e VLT) ispezionati, finalizzati a verificare i criteri di installazione, di funzionamento e di connessione al totalizzatore nazionale. Contestualmente, è stata elaborata la mappatura della clientela presente nelle sale giochi al momento dell’accesso ispettivo, previa identificazione della stessa.
Nel corso del corrente anno i controlli in questione sono stati ulteriormente intensificati sull'intero territorio, rivolgendoli, prioritariamente, alle sale giochi con congegni da intrattenimento con vincita in denaro. In particolare, nella prima metà del 2016 le imprese sottoposte a controllo sono state 18, per un complessivo di 140 macchine elettroniche. Nell'ambito dei controlli è stata individuata una società di capitali, proprietaria di numerose slot-machines dislocate in molteplici esercizi commerciali di Modena e provincia, che, a fronte di oltre 30 milioni di euro di giocate, ha omesso di dichiarare all’Erario i propri guadagni ammontanti ad oltre 1,3 milioni di euro.
Nel corso delle successive indagini di polizia giudiziaria, coordinate dalla Procura di Modena, i finanzieri sono risaliti al vero gestore ed amministratore di fatto della società, nel tempo schermato da due amministratori di diritto, entrambi teste di legno e nullatenenti. Al responsabile degli illeciti, oltre alla denunzia per reati tributari, sono state sequestrate somme di denaro, nonché beni mobili e immobili per un valore complessivo di circa 400 mila euro, equivalente all’evasione d’imposta realizzata.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche