Mercoledì 07 Dicembre 2016 | 21:10

MULTATO CONDUCENTE CHE FUMA CON BIMBO A BORDO

Gli agenti della Polizia municipale di Modena hanno applicato la nuova normativa introdotta per tutelare la salute di minori e donne in gravidanza

MULTATO CONDUCENTE CHE FUMA CON BIMBO A BORDO

Gli agenti della Polizia municipale di Modena hanno applicato la nuova normativa introdotta per tutelare la salute di minori e donne in gravidanza

Multato dai vigili perché fumava in auto incurante della presenza del nipote.

È accaduto nel pomeriggio di mercoledì 15 giugno quando durante un normale controllo stradale nella zona nord della città, la pattuglia della Polizia municipale in servizio ha fermato un vecchio autocarro. A bordo del veicolo c’erano un bimbo di anni due, la mamma e lo zio 23enne che era alla guida. Appena il veicolo ha accostato, gli agenti hanno notato che, nonostante la presenza del bambino, il conducente era intento a fumare con il finestrino al lato guida solo parzialmente abbassato; gli hanno quindi contestato la violazione introdotta dal decreto legislativo 6 del 2016 che prevede il divieto di fumo in auto in presenza di minori di anni 18. La sanzione prevista per i trasgressori e di 110 euro.

Contrariato il giovane che ha cercato di giustificarsi in vari modi, mentre la madre ha ringraziato i vigili e rivolgendosi al cognato gli ha rimproverato di aver chiesto, più volte ma inutilmente, di non fumare in presenza del bambino.

Il decreto 6 del 2016, recependo la direttiva Ue in materia, ha introdotto dall’1 febbraio nuove norme in materia di fumo estendendo, tra l’altro, il divieto di fumare anche all’abitacolo dei veicoli in presenza di minori e di donne in gravidanza. Fumare in auto è infatti dannoso non solo per chi fuma, ma anche per la salute dei passeggeri, soprattutto dei bambini, che sono costretti a respirare un fumo passivo concentrato.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche