Lunedì 05 Dicembre 2016 | 09:30

MASERATI I CONTI PIANGONO: IN PERDITA IL BILANCIO 2015

Durante il cambio ai vertici del Tridente, sono emersi i dati del bilancio civilistico che nel 2015 si è chiuso in rosso. La storica azienda modenese ha pagato la crisi del mercato statunitense e cinese

MASERATI I CONTI PIANGONO: IN PERDITA IL BILANCIO 2015

Nel 2014 il bilancio civilistico di Maserati si era chiuso con un utile di 100 milioni di Euro, mentre nel 2015 la perdita è stata di quasi 87 milioni di Euro. Piangono dunque i conti del tridente, che ha da poco cambiato, assieme ad Alfa Romeo, il vertice. Reid Bigland è infatti il nuovo numero uno dei due marchi e subentra a Harald Wester che dopo aver guidato la ripresa di Maserati, ha pagato la frenata di vendite, che dopo il boom del 2014, sono scese nel 2015 e stanno proseguendo in questa direzione anche nell’anno in corso. Il segno in rosso per quanto riguarda la consegna delle vetture è dovuto soprattutto al crollo nei due maggiori mercati. Negli Stati Uniti il dato dal 2014 al 2015 è stato di -42% e in Cina di -46%, mentre, sempre in tema di consegne, l’unico spiraglio è giunto dall’Europa dove la crescita è stata del 5%. Per Sergio Marchionne, dopo la nuova nomina al vertice di Maserati e Alfa, è giunto il momento di indirizzare gli sforzi verso l’espansione commerciale a livello globale dei due storici marchi, dicendosi certo che Reid Bigland sia la persona migliore per portare a termine questa missione.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche