Sabato 10 Dicembre 2016 | 17:36

DUE ARRESTI A CARPI E NOVI. IMPEDITO LO SRADICAMENTO DI UN BANCOMAT A FINALE EMILIA

Fine settimana laborioso per i Carabinieri della Compagnia di Carpi, impegnati su diversi fronti

DUE ARRESTI A CARPI E NOVI. IMPEDITO LO SRADICAMENTO DI UN BANCOMAT A FINALE EMILIA

Fine settimana laborioso per i Carabinieri della Compagnia di Carpi, impegnati su diversi fronti.

A Novi di Modena, nella notte tra sabato e domenica è stato arresto un 45enne per evasione. L’uomo, tratto in arresto già tre volte nel 2015 per maltrattamenti, minacce e lesioni alla propria ex moglie, benché collocato agli arresti domiciliari, si era allontanato dall'abitazione per recarsi dalla ex compagna, minacciandola nuovamente e dandosi poi alla fuga. I militari della Stazione di Novi, allertati dalla vittima, si sono recati presso l’abitazione in cui dimora l’uomo e non avendolo trovato lo hanno aspettato lungo la strada, dove lo hanno intercettato mentre rincasava. Questa mattina l’arresto è stato convalidato durante la direttissima e l’uomo tradotto direttamente in carcere.

A Carpi, i militari della locale Stazione hanno arrestato un 36enne magrebino per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. La pattuglia durante il servizio perlustrativo mattutino nelle aree rurali comprese tra Carpi e Limidi, aveva individuato un calzino nero abbandonato in un cespuglio sul ciglio della strada. Incuriositi, i Carabinieri lo hanno aperto e notata la presenza di 20 grammi di cocaina già suddivise in dosi, lo hanno riposto la dove l’avevano trovato e si sono nascosti nell’attesa che il 'proprietario' andasse a riprenderlo. Nel tardo pomeriggio un magrebino si è fermato in auto nel punto esatto, ha prelevato il calzino e lo ha direttamente messo in tasca, sapendo perfettamente cosa contenesse. Immediatamente è stato bloccato e arrestato. Questa mattina il giudice di Modena ha convalidato l’arresto condannandolo a 1 anno e 2 mesi e 3000 euro di multa.

A Finale Emilia invece, i Carabinieri della locale Stazione hanno evitato un furto di bancomat. Verso le 2.00 infatti un cittadino ha telefonato al 112 per notiziare della presenza di un carro attrezzi nei pressi di una banca a Massa finalese, ove alcuni malviventi avevano tentato di abbattere un bancomat per asportarlo, senza riuscirci. L’immediato arrivo della pattuglia in servizio perlustrativo notturno ha messo in fuga la banda che ha lasciato sul posto il carro attrezzi, risultato asportato poco prima sulla pubblica via a Modena.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche