Venerdì 09 Dicembre 2016 | 04:48

ALFA ROMEO PRESENTA LA NUOVA GIULIA

La vettura è stata progettata a Modena.

ALFA ROMEO PRESENTA LA NUOVA GIULIA

Eccola, finalmente. Eccolo la primogenita del nuovo corso di Alfa Romeo. Eccola, si chiama Alfa Giulia, in onore di una delle berline più vendute della storia del nostro Paese. La si attendeva da mesi – anzi, da anni – ed è stata presentata ieri sera ad Arese, provincia di Milano, in quella che un tempo era una fabbrica di auto e che ora è un museo dedicato al marchio del Biscione. Marchio che proprio ieri ha festeggiato il suo compleanno numero 105. Ed è una storia prima di tutto modenese, quella della nuova Alfa Giulia, perché è qui, nel capannone della Maserati Corse di via delle Nazioni, che è stata progettata in gran segreto nell’ultimo anno da un pool di oltre 700 ingegneri. Il grande capo Marchionne ha investito 5 miliardi di euro nel piano di rilancio dell’Alfa Romeo. Il Biscione viene da anni di forte crisi e l’obiettivo è farne un marchio premium, in grado di competere cioè con le tedesche Bmw e Audi. Entro il 2018 verranno sfornati altri sette modelli, tra cui un attesissimo Suv. Anche questi saranno e sono progettati in terra modenese, perché è qui che lo stesso Marchionne ha deciso di insediare il polo del lusso del gruppo Fiat. Un polo che poggia su tre gambe: Ferrari, Maserati e, appunto, Alfa Romeo. Nella testa dell’amministratore delegato Modena deve diventare un grande laboratorio ingegneristico per progettare auto di alta fascia. Ma la produzione no, quella verrà fatta altrove. Anche quella della nuova Alfa Giulia. L’hanno disegnata i cervelloni sotto la Ghirladina, ma la assembleranno gli operai di Cassino. Lo stabilimento Maserati di viale Ciro Menotti è sempre meno strategico. E sempre più vuoto.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche