Venerdì 09 Dicembre 2016 | 08:45

ACIMAC: IL MERCATO INTERNO TORNA A CRESCERE

Finalmente è arrivata la svolta sul mercato italiano

ACIMAC: IL MERCATO INTERNO TORNA A CRESCERE

La buona notizia, anzi ottima, è che il mercato interno ha ripreso a camminare, e anche forte. Quella meno buona è che a spartirsi il grosso della torta sono poche decine di aziende. Il 2014, comunque, verrà archiviato come un anno d’oro per i costruttori di macchine per l’industria ceramica. I dati complessivi del settore, presentati oggi dall’Acimac, l’associazione nazionale delle imprese – che ha la propria sede a Villa Marchetti a Baggiovara –, dicono che il fatturato totale è cresciuto del 7% rispetto al 2013. Ma, soprattutto, certificano l’attesissima svolta sul mercato italiano, che, dopo anni di forte crisi, ha registrato un aumento dei ricavi addirittura a doppia cifra: +28,2%.
Ma non c’è solo il boom sul fronte italiano a far brindare le aziende che producono macchine per la ceramica. Nel 2014, le esportazioni – che da sole valgono oltre il 75% del mercato – hanno toccato il loro massimo storico: 1,7 miliardi di euro, con ottime performance specie in Medio Oriente, Asia e anche Europa. E verso un nuovo probabile record si sta procedendo anche nel 2015: nei primi tre mesi dell’anno si è registrato uno straordinario +42%. In questo quadro aureo, l’unica pecca, forse – sottolineata in conferenza anche dal presidente Tarozzi –, riguarda allora la struttura interna del comparto: quasi l’80% del fatturato complessivo è generato da un manipolo di imprese, quelle con i fatturati più alti, le più grandi insomma. Questo perché le aziende di dimensioni più piccole non riescono a sostenere i gravosi investimenti in ricerca e innovazione. Ed è così che, a loro, restano le briciole.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche