Venerdì 09 Dicembre 2016 | 06:47

Spese pazze in Regione

Chiesto il processo per 16 ex consiglieri PD

Spese pazze in Regione

La Procura di Bologna ha chiesto il rinvio a giudizio per 16 ex consiglieri del Partito democratico nell’ambito dell’inchiesta emiliano-romagnola sulle spese dei gruppi politici in Regione. L’ipotesi di accusa è peculato e verte su presunti rimborsi spesa gonfiati tra giugno 2010 e dicembre 2011. Gli importi contestati sono gli stessi che erano contenuti negli avvisi di fine indagine del novembre scorso: allora, le presunte spese indebite del gruppo Pd ammontano a 940mila euro. Tra i 16, ci sono i modenesi Luciano Vecchi e Matteo Richetti. A quest’ultimo, ex presidente dell’Assemblea legislativa e oggi deputato a Roma, vengono contestati in particolare rimborsi per 5mila euro. Richetti non ci sta e si sfoga su Facebook: “Le mie spese – scrive l’onorevole – sono state regolarmente autorizzate e rendicontate. Per casi assolutamente identici è stata chiesta l'archiviazione”. L’inchiesta bolognese ha coinvolto tutti i gruppi consigliari. I magistrati hanno già chiesto il processo per i capigruppo di Movimento 5 stelle, Fds e Sel, Udv, Udc e Gruppo misto e nei prossimi giorni è atteso il pronunciamento per gli ex consiglieri del pdl. Il governatore della Regione Stefano Bonaccini, intanto, lancia un appello affinché la Giustizia proceda in modo veloce.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche