Venerdì 09 Dicembre 2016 | 04:48

FIERA

Fiera di Modena: il primo fine settimana si chiude con numeri da record

Il primo fine settimana della Fiera di Modena, giunta alla 78^ edizione, si chiude con un record di pubblico che decreta il successo di quello che tuttora rimane l'appuntamento fieristico per antonomasia dei modenesi. Migliaia i visitatori, soprattutto famiglie, che – grazie all’offerta sempre più vasta, alle condizioni meteorologiche e all’ingresso gratuito – come ai tempi migliori della Fiera Campionaria hanno letteralmente preso d’assalto gli spazi espositivi, sia interni che esterni, del quartiere, osservando con curiosità le novità, a partire dall'area Kombat Sport dedicata alle arti marziali e agli sport da combattimento, assaggiando una delle tantissime proposte gastronomiche, provando comodi divani o semplicemente facendo shopping nel variopinto mercato. 

Piace quindi ad espositori e pubblico la formula che coniuga shopping, gusto e divertimento e che permette ogni anno agli organizzatori di aggiungere nuove proposte, senza mai abbandonare il solco della tradizione che vede come nucleo centrale le aree dedicate all'arredo e a tutto ciò che riguarda l'attività e la vita all'aria aperta: dal giardinaggio, ai mobili da giardino, alle macchine per l’agricoltura ai camper sino alle biciclette a pedalata assistita. 

Tanto anche il pubblico che ha partecipato agli showcooking organizzati dall’Associazione Cuochi Modenesi e alle degustazioni guidate curate dall’Associazione Esperti Degustatori Aceto Balsamico Tradizionale di Modena. Non meno frequentate infine le aree dedicate alla cultura, a partire da Librinfiera con le proposte di Sigem Edizioni e i laboratori per bambini sino alla rassegna Fierarte a cura del Circolo degli Artisti di Modena e alla mostra ‘Colors’ di Adriano Venturelli. Grande fascino e curiosità ha destato l’American Western Village grazie ai coinvolgenti balli in linea sull’onda della musica country ma anche gli incontri sulle tradizioni dei nativi d’America con il discendente della tribù Lakota Sioux Gilbert Douville. 

E ieri sera il palco dell’Area Sport & Show ha ospitato la selezione provinciale del talent nazionale dedicato alla bellezza e al talento femminile “Primissima d’Italia” che quest’anno festeggia i suoi primi 20 anni di attività. Le ragazze si sono cimentate sul palco di Primissima d’Italia, proponendo il loro talento davanti ad una giuria presieduta dall’Amministratore Delegato di ModenaFiere Paolo Fantuzzi, e composta fra gli altri da Ennio Cottafavi,  consigliere di Modena Fiere, da Marino Ferrari, imprenditore del settore auto  e da Nara Vincenzi del salone Davide & Nara Equipe di Mirandola. 

Sette le ragazze che hanno ricevuto un riconoscimento: per la categoria ‘ballo’ Desirè Campo 15enne di Castelfranco Emilia, Francesca Rossi 17enne della provincia di Verona, Ludovica Provenzano 16enne di Finale Emilia. Per la categoria ‘canto’ Sara Migatti 26enne di Modena e per la categoria ‘Fashion’ Maria Giulia Ferraro 15enne di Ravenna e le carpigiane Giulia Bigarelli 19 anni e Beatrice Venturoni 20 anni. Solo due però sono le  fasce  valide per l’accesso alle finali regionali in Emilia Romagna: la prima, quella di “Primissima Citta di Modena 2016”  assegnata a Giulia Bigarelli di Carpi (studentessa di marketing e organizzazione d’impresa, alta 1.78, capelli e occhi castano chiari, che pratica l’equitazione a livello agonistico) e la seconda, quella di “Primissima Fiera di Modena 2016” andata alla finalese Ludovica Provenzano (studentessa con ambizioni nella moda, alta 1.73 capelli castani e occhi scuri e con una bella passione per la fotografia). 

L’appuntamento con la Fiera di Modena torna il prossimo fine settimana, da venerdì 29 aprile a domenica 1° maggio, sempre con un ricco programma di eventi per tutti.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche