Martedì 06 Dicembre 2016 | 20:51

I tecnici della stazione Monte Cimone del Soccorso Alpino Emilia Romagna sono stati impegnati in un intervento simulato di recupero di un ferito in ambiente impervio

Domenica 24 aprile 2016, i tecnici della stazione Monte Cimone del Soccorso Alpino Emilia Romagna sono stati impegnati in un intervento simulato di recupero di un ferito in ambiente impervio. L'esercitazione ha coinvolto 20 tecnici della stazione e si è svolta nei boschi del comune di Fanano, in provincia di Modena. L'intervento è partito con una chiamata ai soccorsi effettuata dalla persona rimasta infortunata ad una gamba durante un'escursione nel bosco (ovviamente si trattava di una simulazione). L'allarme ha attivato i tecnici della stazione del Cimone, che hanno quindi iniziato subito le operazioni di ricerca della persona infortunata, basandosi sulle informazioni frammentarie (come molto spesso accade nella realtà) fornite dal ferito. Una volta individuato il luogo esatto dove si trovava l'escursionista, i tecnici hanno quindi raggiunto la persona, subito stabilizzata. Per recuperare il ferito, che si trovava in ambiente impervio, in una zona boschiva e particolarmente ripida, i tecnici hanno utilizzato una barella portantina, assicurata a monte con tecniche specifiche. La persona infortunata è così stata trasportata a valle in sicurezza, in un punto facilmente raggiungibile anche da un'ambulanza. 

I tecnici della stazione del Cimone del Soccorso Alpino sono impegnati ogni mese in esercitazioni e interventi simulati, fondamentali per acquisire conoscenze, tecniche e pratica necessarie per intervenire con professionalità in caso di soccorso reale. Nelle scorse settimane sono stati effettuati, tra gli altri, un'esercitazione di soccorso in valanga, sulla neve del comprensorio del Cimone, e un intervento simulato di recupero di un ferito in parete. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche