Domenica 04 Dicembre 2016 | 02:53

TRASPORTO REGIONALE, 22 TRENI NUOVI PER L'EMILIA-ROMAGNA

Presentati oggi in Stazione centrale a Bologna i nuovi Stadler ETR 350 e Vivalto per il servizio ferroviario in Emilia-Romagna

Quattordici Stadler ETR 350 e 8 Vivalto bipiano per i pendolari dell’Emilia-Romagna, per un totale di 22 nuovi treni, da qui al 2017. 

I primi treni nuovi sono i 7 Stadler ETR 350 acquistati da Tper in relazione ai fondi ex Metro: 2 entreranno in servizio sulla linea Porrettana a partire da aprile 2016, 2 sono destinati alla Bologna-Portomaggiore (uno è già in funzione da dicembre 2015, l’altro sarà operativo a fine 2016); altri 2 entreranno in servizio, entro giugno di quest’anno, sulla Bologna-Vignola, mentre il settimo verrà utilizzato come treno di scorta e impiegato sulle diverse linee in caso di guasti del materiale rotabile o altre necessità.

A questi si aggiungono altri 7 Stadler e 8 treni Vivalto bipiano (40 carrozze nuove) con il concorso finanziario della Regione Emilia-Romagna. La Regione interviene infatti con 8 milioni circa, come anticipazione per la “gara del ferro”, sul valore totale dell’acquisto (46,5 milioni circa) che verrà effettuato da Tper di questa seconda fornitura degli ETR 350. Destina inoltre 10,6 milioni per l’acquisto da parte di Trenitalia degli 8 treni Vivalto (costo complessivo 57 milioni di euro circa), che verranno utilizzati sulle linee regionali sino alla fine del 2018, quando terminerà l’attuale affidamento transitorio, ed entrerà in funzione il nuovo gestore dei servizi (la nuova società che sarà costituita da Trenitalia/Tper). I primi 3 di questi ultimi 7 Stadler entreranno in servizio a partire da maggio 2017, il quarto in giugno e gli ultimi 3 a ottobre. Tutte le carrozze Vivalto verranno usate sulla dorsale centrale: a luglio 2016 entreranno in funzione 3 nuovi treni, a febbraio 2017 altri 2 e a maggio 2017 i rimanenti 3.

Sono treni particolarmente vocati all’utilizzo in ambito ferroviario metropolitano per caratteristiche costruttive, prestazioni e dotazioni di bordo; questo modello di rotabile ha prima riscosso il favore e l’apprezzamento dei pendolari che utilizzano le ferrovie locali tedesche e svizzere, poi, più recentemente, anche di quelli del nostro Paese e dei nostri territori.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche