Mercoledì 07 Dicembre 2016 | 21:14

SALDI, A MODENA VENDITE OK MA SENZA EXPLOIT

Ad una settimana dal via, Confesercenti segnala affari stabili rispetto allo scorso anno con qualche segnale di incremento

Segno uguale o maggiore, a Modena, per le vendite in questa prima settimana di saldi. Affari stabili sui livelli dello scorso anno, per la maggioranza dei negozi, con qualche timido segnale di incremento. A tracciare il bilancio è Confesercenti, che ha intervistato una settantina di commercianti tra Modena, Carpi, Sassuolo e altri Comuni della provincia.

Iniziata ufficialmente il 5 gennaio, dopo l’antipasto delle vendite promozionali, la stagione dei saldi invernali sta andando moderatamente bene. Il 70% dei negozianti intervistati segnala vendite sostanzialmente in linea rispetto ai saldi 2015, il 17% sta registrando un aumento, mentre il 13% parla di affari in calo. Ad andare per la maggiore, per il momento, sono maglioni e abbigliamento per bambini, mentre tra le calzature gli stivali da donna si confermano tra gli articoli più ricercati. In questa prima settimana di saldi, il ribasso medio applicato sui prezzi di listino si aggira tra il 25 e il 50%. Lo scontrino medio va invece dagli 80 ai 120 euro.

Secondo Confesercenti Modena, anche sul nostro territorio si conferma la tendenza verso una pur leggera ripresa dei consumi. “La maggioranza degli operatori, però – sottolinea l’associazione di categoria –, chiede di spostare in avanti la data di avvio dei saldi, rendendoli di fine stagione a tutti gli effetti”. Inoltre, conclude Confesercenti, bisognerebbe arrivare ad un regolamento per le vendite promozionali e le domeniche di apertura dei centri commerciali: fattori che, ad oggi, penalizzano non poco l’andamento delle vendite per le piccole e medie imprese del settore moda”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche