Domenica 11 Dicembre 2016 | 05:06

SPORT

Il Panathlon Club Modena ha coordinato un progetto di solidarietà in favore della popolazione del Libano

Il Panathlon Club Modena, in collaborazione con Modena Calcio FC, Modena Volley, Fipav Comitato Provinciale di Modena, Rock No War Onlus, le Edizioni Franco Cosimo Panini, SBM Basketball Modena, ha coordinato la donazione di materiale sportivo, ausili sanitari e ausili didattici al Reggimento Cavalleria Nizza 1°, da destinare a un’importante progetto di sviluppo internazionale in Libano. Nei giorni scorsi i partner di questa collaborazione hanno ricevuto la visita del ten. col. Massimiliano Quarto, Comandante del Nizza Cavalleria 1°, e di Maria Carafoli, presidente del Panathlon Club Modena. Dallo scorso ottobre, infatti, il Reggimento "Nizza Cavalleria" 1°, di istanza a Bellinzago Novarese, è impegnato nel Teatro Operativo libanese. In particolare "NIZZA", sotto l'egida delle Nazioni Unite, ai sensi della risoluzione 1701/2006, ha l'oneroso e prestigioso compito di monitorare la cessazione delle ostilità tra lo Stato libanese ed israeliano, assicurando altresì adeguato supporto alle popolazioni in difficoltà di quei territori martoriati dai conflitti.
Una delle sfide più importanti consiste proprio nel contribuire alla ricostruzione del tessuto sociale mediante la Cooperazione Civile-Militare (Ci.Mi.C.), in favore della popolazione e autorità/istituzioni locali. L'Esercito Italiano è sempre stato sensibile alle grandi criticità che affliggono le popolazioni delle aree in crisi, cercando di migliorare efficacemente e con tutti gli strumenti a disposizione le condizioni di vita delle stesse. In tale contesto, il Reggimento ha provveduto al trasporto e alla distribuzione in Libano del materiale raccolto, poi donato ad associazioni e organizzazioni libanesi.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche