19.9 C
Modena
mercoledì, ottobre 16, 2019
Home Blog

FERRARI, BUON COMPLEANNO CHARLES LECLERC!

0


Era l’11 settembre 2018 quando nel bel mezzo del suo primo anno in Formula1 alla guida della Sauber, fu annunciato come futuro pilota Ferrari per sostituire Kimi Raikkonen. Da allora Charles Leclerc è entrato prepotentemente nei cuori dei tifosi ferraristi, grazie alla faccia da bravo ragazzo che nasconde una spietata voglia di vincere. Il rookie dell’anno 2017 e 2018, campione di GP3 e di F2, ha dimostrato nonostante la giovane età di avere una forza mentale non indifferente, che si può definire a tutti gli effetti da campione del mondo. Non ha mai mollato in questo 3029, né quando in Bahrain ha sfiorato la prima vittoria, mancata per un guasto sulla sua Rossa a 10 giri dalla fine, né si è arreso in Austria, quando Verstappen gli ha dato una sportellata costringendolo alla seconda posizione. Charles ha tenuto duro, perché sapeva che era solo questione di tempo: e l’occasione gli è arrivata in Belgio. Una chance che ha colto al volo, entrando di diritto nella storia della Ferrari diventando il più giovane pilota di sempre a vincere con la Rossa di Maranello, battendo dopo 51 anni il record di Jacky Ickx. Una vittoria che si è ripetuta una settimana dopo a Monza. Leclerc è stato accostato a Michael Schumacher già da quando nel 2016 approdò nella Ferrari Driver Academy, la scuola dei piloti del Cavallino Rampante. La sensazione è che Leclerc sia destinato ad un futuro radioso, diventando campione del mondo in questo sport. Nel frattempo si gode, per ora, le sue 2 vittorie, i suoi 9 podi, le sue 6 pole position e i 2 giri veloci. E soprattutto i suoi 22 anni.

GARANZIE IN ATTACCO: ASPETTANDO VANO, IL CARPI HA SCOPERTO BIASCI

0


Michele Vano aveva abituato tutti troppo bene con un avvio di stagione strepitoso. Le 8 reti segnate nelle prime 4 gare ufficiali avevano acceso i fari attorno al centravanti del Carpi, protagonista assoluto dell’ottimo avvio di stagione della squadra di Riolfo. Ma dopo la doppietta di Bolzano a inizio settembre Vano si è inceppato sottoporta e nelle successive 7 gare è riuscito a infilare solo il Rimini. Il suo score resta da trascinatore, con 9 reti in 11 partite, ma è soprattutto il lavoro per la squadra che ne esalta le doti da leader. A Gubbio sono stati suoi i due assist che hanno innescato le reti di Dario Saric e Tommaso Biasci. Anche per questo il Carpi vuole preservarlo e Vano ha cominciato la settimana che porta alla sfida col Fano lavorando solo in palestra per evitare nuovi acciacchi muscolari. A far dormire sonni tranquilli mister Riolfo ora è proprio Biasci, che in appena 4 giorni si è definitivamente sbloccato. Prima la punizione chirurgica che ha dato il 2-0 in Coppa sulla sua ex Carrarese e poi il magnifico interno destro con cui ha firmato il gol partita di Gubbio. Due grandi giocate che spiegano perché il ds Stefanelli lo abbia voluto così fortemente portare a Carpi. D’altronde in due anni a Carrara il suo score racconta di 17 reti e 16 assist e ora che ha ritrovato il gol il Carpi spera che non si fermi più. Magari già dalla gara di domenica col Fano, dove potrebbe tornare titolare.

MODENA F.C., RIPRESI GLI ALLENAMENTI VERSO LA FERMANA

0


C’è un clima leggermente teso in casa Modena alla ripresa degli allenamenti in vista della sfida fondamentale di lunedì sera contro la Fermana. Prima di cominciare a correre e sudare sotto gli ordini di mister Mauro Zironelli c’è stato però un confronto tra lo stesso tecnico gialloblu e i suoi ragazzi, per chiarire le esternazioni dure e sorprendenti dell’allenatore dopo il pareggio di Vicenza contro l’Arzignano Valchiampo. Con i suoi giocatori Zironelli dovrà chiarire soprattutto alcuni passaggi di quelle parole: in primis le frasi pronunciate nel post partita su chi si “gestisce” in campo e in allenamento e in secondo luogo quelle sul mettere alcuni interpreti fuori rosa, allenandosi solo con 8-9 giocatori. Chiaramente tali dichiarazioni, a caldo e dopo una partita imbarazzante, come l’ha definita il mister stesso, vanno prese con le pinze: è chiaro che non può mettere una 15ina di giocatori fuori rosa, ma la sua è stata una minaccia volta principalmente a scuotere i suoi calciatori. L’obiettivo è ritrovare quell’unità vista ad inizio stagione quando il Modena convinceva anche sul piano del gioco. La Fermana è l’avversario ideale per riscattarsi e ottenere i 3 punti, che darebbero morale soprattutto in vista del doppio derby a 3 giorni di distanza l’uno dall’altro, prima giovedì con il Carpi e poi domenica con la Reggio Audace di Romano Amadei, Doriano Tosi e del neo socio Carmelo Salerno, entrato ufficialmente ieri in società granata con il 25% delle quote del club.

VIRUS DENGUE: NUOVO CASO SOSPETTO A FIORANO. AL VIA I TRATTAMENTI

0


Nuovo caso sospetto di dengue nel modenese, questa volta a Fiorano, dopo i due episodi – entrambi smentiti – del mese scorso a Modena e Cavezzo. Il comune ha dunque deciso di attivare in via precauzionale il piano di sorveglianza arbovirosi 2019 che prevede l’esecuzione in successione di interventi adulticidi, larvicidi e di eliminazione dei focolai larvali, per un raggio di 100 metri dal luogo dove si sono manifestati i casi di contagio. La prima fase del trattamento di disinfestazione straordinaria è stata programmata per la serata di oggi nell’area cittadina che comprende le vie Petrarca, Boccaccio, Pascoli, Manzoni, Leopardi e Parini. I residenti interessati sono stati informati con appositi avvisi attraverso cui l’amministrazione invita i cittadini a non sostare nell’area durante il trattamento, tenere chiuse porte e finestre, ritirare i panni stesi all’aperto e coprire eventuali orti o giochi per bambini per l’intera fascia oraria dell’intervento e nelle 48 ore ad esso successive. Nel caso gli accertamenti di laboratorio diano esito negativo, i trattamenti di disinfestazione saranno sospesi.

PALAPANINI, NIENTE PLASTICA AL TEMPIO DEL VOLLEY DAL 2019/2020

0


Squadra, società e palazzetto di Modena Volley da questa stagione saranno ecologici e sostenibili. Con il progetto sociale Modena Volley Goes Green inizia infatti il percorso di non utilizzo della plastica usa e getta all’interno del PalaPanini, con l’intento di supportare lo sviluppo di un approccio alle risorse più green, diverso da quanto si sta facendo in questi giorni. A partire da questa stagione 2019/2020 la società canarina ha deciso di non utilizzare più la plastica, che negli anni precedenti veniva consumata abbondantemente all’interno dell’impianto, con l’utilizzo di circa 3000 bottiglie e 2000 bicchieri usa e getta, per un peso di 50 kg di plastica ad ogni partita e di una tonnellata al termine della stagione. D’ora in avanti al PalaPanini verranno adottati bicchieri lavabili e riutilizzabili, al costo di un euro solo per il primo utilizzo da conservare per usarlo anche per le consumazioni successive. Non sarà possibile chiaramente portarsi un bicchiere da casa ma sarà obbligatorio avere il bicchiere di Modena Volley. Un progetto ambizioso che dovrà avere il supporto anche dei tifosi che affolleranno il palazzetto già da domenica, quando alle 18 Leo Shoes Modena Volley giocherà la prima partita della nuova stagione di superlega contro Padova.

FURTO DI RAME: ARRESTATA COPPIA DI LADRI

0


Lui di 21 anni lei di 56, appartenenti ad una famiglia nomade nota alla cronaca per furti. Domicilio  in via  tre re ma di fatto senza fissa dimora soliti a scorrazzare in cerca di nuovi colpi. Ultimo obiettivo i locali di una ditta sulla via emilia est, alla periferia di Modena. Ditta in liquidazione, con locali abbandonati non più frequentati ma con impianti ancora funzionanti. Evidentemente i due avevano pianificato cosa fare. Alle ore 10 di ieri mattina forzano ed entrano da una porta sul retro muniti di carrelli e sacchi, e iniziano a smontare i tubi in rame dell’impianto di riscaldamento. Che depositano in sacchi neri che trasportano con carelli. Scatta l’allarme collegato con la Polizia. La volante depo pochi minuti è sul posto. Dalla parte interiore tutto senbra tranquillo. Nessuna porta forzata. La sorpresea è sul retro. I due sono ancora nel cortile della ditta. Stanno spostando un carello con 4 sacchi pieni di materiale soprattutto rame, appena asportato. Vicino a loro ne hanno un altro, con due sacchi in un carrello che contiene anche bibine di cavi elettrici. Che avrebbero caricato su una auto con la quale erano arrivati. Non oppongono resistenza. Scatta la perquisizione personale. Lui ha in tasca un coltello di 21 centimetri ed un tronchese. Entrambi sono personaggi noti, per i loro precedenti iscritti nel loro palmares criminale dove i furti abbondano. Che fanno scattare l’arresto già motivato dalla flagranza dei reato. Accusati per furto aggravato in concorso Questa mattina sono finiti davanti al giudice nel processo per direttissima.

TORNA L’AUTUNNO, PER I MODENESI WEEKEND SOTTO ALL’OMBRELLO

0


Il sole di oggi non deve ingannare: l’autunno è già qui e le piogge della giornata di ieri erano solo un assaggio. Stando a quanto affermato dagli esperti, il campo di alta pressione che anche sul nostro territorio ha favorito nella prima metà del mese una fase di tempo stabile e con temperature leggermente sopra la media del periodo, si sta rapidamente indebolendo, con l’arrivo di masse d’aria più umide d’origine atlantica. Ieri la prima dimostrazione, con l’arrivo di piogge intermittenti, venti anche forti e un calo delle temperature. La seconda parte della settimana che si apre adesso sarà caratterizzata da una certa dinamicità climatica: il sole che oggi ha abbracciato Modena grazie a un ritorno dell’alta pressione delle Azzorre perdurerà fino a venerdì, ma sul finire della settimana il tempo potrebbe peggiorare.

Nel video l’intervista a Luca Lombroso Meteorologo AMPRO presso l’Osservatorio Geofisico del Dief

PREVENZIONE SISMICA: DOMENICA TORNA LA GIORNATA NAZIONALE

0


Il miglior modo di fare prevenzione del rischio sismico, gli strumenti fiscali disponibili per mettere in sicurezza la propria abitazione a costo quasi zero, la prenotazione di visite tecniche gratuite. Sono solo alcuni dei servizi che questa domenica verranno offerti ai cittadini nell’ambito della seconda giornata nazionale della Prevenzione Sismica. Un’iniziativa che dopo la prima edizione riprende il via in tutta Italia e anche a Modena, Sassuolo e Pavullo. Sotto la Ghirlandina i banchetti con i punti informativi saranno allestiti nella Sala Europa, in Piazza Grande. Qui, ingegneri e architetti forniranno materiale informativo per sensibilizzare le persone sull’importanza della prevenzione sismica dato che, nonostante le ferite profondissime aperte dal terremoto del 2012, sono ancora moltissimi gli edifici modenesi ancora non sicuri. Un obiettivo importante è quello di convincere un numero di cittadini sempre maggiore a svolgere le visite tecniche, propedeutiche a un concreto intervento di miglioramento sismico

Nel video le interviste a:
– Gabriele Giacobazzi, Presidente Ordine degli Ingegneri della provincia di Modena
– Anna Allesina, Presidente Ordine degli Architetti della provincia di Modena

PIAZZA MAZZINI: FINE LAVORI EX DIURNO RINVIATA A DICEMBRE

0


Slitta al prossimo 12 dicembre la scadenza per la conclusione del secondo stralcio dei lavori di recupero e riqualificazione architettonica di piazza Mazzini comprendente i locali dell’ex Diurno. Il progetto esecutivo, approvato nel novembre 2018 in via definitiva per l’importo a base di gara di 670.684 euro, ed affidato a dicembre al raggruppamento di due imprese di Pesaro e Bologna prevedeva la consegna tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre. Scadenza che non sarà rispettata. Con una lettera inviata nei giorni scorsi in Municipio protocollata lunedì l’impresa capofila ha chiesto una proroga di 60 giorni del termine di ultimazione dei lavori. Le motivazioni di tale richiesta riguardano lavori imprevisti (smaltimento dei mattoni e delle tavelle del solaio impregnati di materiale oleoso aspirazione delle acque sporche di idrocarburi e lavaggio platea di fondazione, ripristino del tratto terminale del vecchio pozzo), che hanno dilatato i tempi d’esecuzione. Gli uffici tecnici comunali hanno valutato e accolto la richiesta concludendo che 60 giorni sono troppi e per il superamento degli imprevisti con lavori straordinari ne possono bastare 40. Una differenza sostanziale perché porterebbe la data del termine del cantiere non più dopo bensì prima delle festività natalizie. Nuova data fissata al 12 dicembre. Che se rispettata segnerà un traguardo importante per la città. Il progetto per la riqualificazione dell’ex diurno di piazza Mazzini è uno dei più promessi e più abbandonati degli ultimi 20 anni. A proporlo, nel 1999, ai tempi della suo incarico da assessore comunale al centro storico, fu anche l’attuale presidente della regione Stefano Bonaccini. Dopo il passaggio di due sindaci e 20 anni di attesa, questa sembrerebbe essere a tutti gli effetti, visto anche il forte avanzamento dei lavori, la volta buona per vedere restituito alla città un angolo sotterraneo rimasto invisibile per più di 40 anni.

SOCIAL

12,793FansMi piace
202FollowerSegui
87IscrittiIscriviti